Crea sito

Categoria: TECNICHE PRODUTTIVE

la normativa sulla macellazione ebraica

LA NORMATIVA SULLA MACELLAZIONE EBRAICA

In Italia la normativa sanitaria in materia di macellazione degli animali è dettata dal regolamento CE n. 853/2004 e succ. modifiche e per quanto riguarda il controllo sanitario dal regolamento CE n. 854/2004 e succ. modifiche.

macellazione rituale religiosa ebraica

MACELLAZIONE RITUALE RELIGIOSA EBRAICA

Le norme ebraiche per la macellazione di animali da carne impongono regole che sono esplicitate con il nome di shechitah e l’operazione può essere eseguita solo da esperti macellai chiamati shocḥet.

che cosa è il palmento

CHE COSA È IL PALMENTO

Il palmento è il luogo in cui avveniva la pigiatura dell’uva per produrre il mosto che veniva riposto in grandi vasche. Utilizzati in scala industriale tra l’età ellenistica e tutta quella romano imperiale, durante quasi un millennio.

il mulino e la macinazione dei cereali

IL MULINO E LA MACINAZIONE DEI CEREALI

La macinazione è un’operazione che consente di ridurre in polvere o in minuti granuli un materiale, soprattutto cereali e minerali. Ha notevole importanza in molteplici campi: nell’industria agraria, nell’arte mineraria, nel settore dei

che cosa è il mulino

CHE COSA È IL MULINO

Il mulino è un complesso edilizio adibito alla macinazione dei cereali, oppure si può intendere la macchina che esegue tale operazione.

Il mulino è un mezzo di grande valore in vari settori industriali. Viene utilizzato per la macinazione dei cereali e la macinazione della farina, dell’olio e della vernice, ma anche per

che cosa è il frantoio

CHE COSA È IL FRANTOIO

Il frantoio è la macchina con cui si frangono le olive per spremerne l’olio o il locale, l’ambiente in cui tale macchina è installata.

Il Frantoio Oleario detto anche “Oleificio” o “Impianto Oleario”, è in luogo dove si ottiene l’olio di oliva dalla lavorazione delle olive utilizzando solo mezzi meccanici o fisici che non

dalla macellazione al taglio della carne.

DALLA MACELLAZIONE AL TAGLIO DELLA CARNE

Una volta ottenute le carcasse, che per i bovini sono formate da scheletro e masse muscolari, si procede alla divisione longitudinale, tagliando lungo la colonna vertebrale, in due metà che prendono il nome