Crea sito

Categoria: Vigneti

le pratiche colturali della vite

LE PRATICHE COLTURALI DELLA VITE

La vite per attecchire e crescere necessita di un ambiente ideale e la preparazione del terreno è fondamentale per la buona riuscita dell’impianto. In generale, la vite preferisce terreni sciolti, ben drenati (in quanto la pianta soffre molto il ristagno idrico) e tendenzialmente caldi

la messa a dimora delle viti

LA MESSA A DIMORA DELLE VITI

Per la messa a dimora delle viti è necessario, prima di tutto, scegliere il periodo dell’anno più adatto a questa attività: per quel che riguarda le zone più temperate, la stagione migliore è quella della fine dell’autunno, mentre nelle zone in cui il clima è più freddo è necessario attendere

l'impianto del vigneto

L’IMPIANTO DEL VIGNETO

L’impianto del vigneto è un’operazione complessa che coinvolge problemi economici e precise scelte tecniche. Scelte errate al momento dell’impianto si ripercuotono negativamente

la propagazione e il miglioramento genetico della vite

LA PROPAGAZIONE E IL MIGLIORAMENTO GENETICO DELLA VITE

Nel periodo compreso tra il 1858 e il 1862 comparve in Europa la Fillossera della vite (Viteus vitifolii (Fitch) (Rincoti, Fillosseridi), afide proveniente dal Nord America, che si diffuse rapidamente in tutte le zone viticole dimostrandosi esiziale per i pregiati vitigni europei. In Italia arrivò nel 1879 (in provincia di Como e di Milano, e nell’anno

l'origine della vite (vitis vinifera) e i suoi caratteri botanici

L’ORIGINE DELLA VITE (VITIS VINIFERA) E I SUOI CARATTERI BOTANICI

La vite (vitis vinifera) è nota anche come vite europea, anche se più propriamente dovrebbe essere definita euroasiatica; l’areale di origine non è ben definito (un tempo si pensava proveniente dalla Trancaucasia). Compare in Europa verso la fine del Terziario, ma la sua utilizzazione risale al Neolitico (nell’Europa mediterranea veniva coltivata per produrre uve da vino mentre nell’Europa caucasica per la produzione di uva da tavola).

le operazioni per l'impianto di un vigneto

LE OPERAZIONI PER L’IMPIANTO DI UN VIGNETO

Per impiantare un vigneto di superficie pari a un ettaro (10.000 mq) con sesto di 2,50 m per 1,20 m e forma di allevamento del filare a spalliera si devono effettuare le seguenti operazioni: